Impianti Solari

Soluzioni per la casa, il negozio o l'azienda che ti fanno risparmiare sulla bolletta
L'esperienza e il know-how di Eletech e i nostri consulenti ti guideranno nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze.

Solare Fotovoltaico

Installare un impianto fotovoltaico ti dà la possibilità di avere in casa un generatore elettrico.
Con esso aumenterai l'indipendenza dal gestore e terrai a distanza la fluttuazione continua ed incostante delle tariffe energetiche.
Un impianto fotovoltaico è un investimento destinato a durare negli anni, che potrai tramandare ai tuoi figli e che ti consentirà rientri economici davvero brevi.
Eletech vanta la realizzazione e progettazione di impianti fotovoltaici per una potenza cumulativa di oltre 2,5MW.

Solare Termico

Abbattere la bolletta del gas tramite la produzione di acqua calda sanitaria è semplice ed immediato sfruttando l’energia del sole!
La soluzione ideale è realizzare un impianto solare termico; una tecnologia semplice, economica e performante.
La scelta del solare termico si concretizza in un’integrazione all'impianto esistente che consente di ottenere immediatamente acqua calda sanitaria.
Con l’applicazione di altri dispositivi, inoltre, può dar vita a performance di riscaldamento davvero convenienti.
Il know-how di Eletech e la competenza dei nostri consulenti potranno guidarti nella soluzione più idonea alle tue esigenze.

È un impianto per la produzione di energia elettrica. La tecnologia fotovoltaica trasforma direttamente l’energia solare in energia elettrica sfruttando le proprietà del silicio, un elemento semiconduttore molto usato in tutti i dispositivi elettronici. L’energia prodotta riduce i costi sostenuti per la fornitura di energia elettrica e l’impianto richiede una manutenzione limitata e basse spese di gestione.

Moduli

Sono l’elemento principale dell’impianto, la loro esposizione alla radiazione solare determina la produzione di energia elettrica (corrente continua). All’interno del modulo ci sono le celle fotovoltaiche, costituite da sottilissime “fette” di silicio. I moduli fotovoltaici più diffusi sono rettangolari (dimensioni 1/1,5 m2) le celle sono protette nella parte superiore da un vetro con particolari caratteristiche di resistenza e trasparenza. Pesano intorno ai 15/20 kg. La potenza del modulo si esprime in “watt di picco” (Wp) e il valore indica la quantità di energia che il modulo è in grado di produrre nell’unità di tempo in condizioni standard di irraggiamento solare e temperatura: indicativamente a mezzogiorno di una giornata fredda e soleggiata.

Celle

Tre tipologie: a silicio monocristallino (gli atomi di silicio formano un unico cristallo), a silicio policristallino (gli atomi di silicio ordinati formano l’unione di molti cristalli) a film sottile o “thin film” (materiali semiconduttori “sottili” depositati direttamente su materiali di supporto come vetro o metallo). Si differenziano per l’aspetto e per l’efficienza che decresce dalla tecnologia monocristallina a quelle a film sottile (a parità di potenza, lo spazio occupato da un impianto a film sottile è superiore rispetto a quello in silicio policristallino). Ma d’altra parte gli impianti a film sottile presentano un aspetto più uniforme e quindi hanno il vantaggio di essere più adattabili all’ambiente.

Strutture di sostegno

Le strutture che sorreggono i moduli possono essere in acciaio zincato a caldo o in alluminio e vengono bloccate alla superficie di installazione mediante ancoraggi o zavorre. Alcuni impianti fotovoltaici con particolari caratteristiche utilizzano delle strutture di sostegno che durante l’arco della giornata cambiano l’inclinazione e l’orientamento dei moduli fotovoltaici. Questa funzione permette all’impianto fotovoltaico di seguire il percorso del sole durante le ore della giornata e di aumentare la produzione di energia elettrica.

Inverter

Dispositivo elettronico che consente di adeguare l’energia elettrica prodotta dai moduli alle esigenze delle apparecchiature elettriche e della rete, operando la conversione da corrente continua a corrente alternata con una frequenza di 50Hz. Normalmente incorporano dispositivi di protezione che, in caso di blackout o disturbi della rete, determinano lo spegnimento dell’impianto.

Sistema di controllo

Dispositivo elettronico che comunica con l’inverter e con eventuali sensori accessori. Tiene sotto controllo il funzionamento dell’impianto, registra le misure su un PC e visualizza alcune grandezze caratteristiche su schermi o display luminosi. Permette anche l’invio di dati e di guasti via Internet, email o SMS.

Misuratori di energia

Apparati che sono installati sulle linee elettriche e misurano l’energia che li attraversa, ad esempio per conteggiare l’energia prodotta dall’impianto e quella immessa in rete.

Ottimizzatori di voltaggio

Eletech sta investendo molto in questi prodotti che consentono un allungamento della vita delle utenze collegate alla rete nonché risparmi energetici concreti ed immediati. Tali dispositivi riducono e stabilizzano la tensione elettrica permettendo un funzionamento ottimale delle utenze connesse alla rete. Un impianto fotovoltaico - come anche altri generatori elettrici - consente un’integrazione ottimale al dispositivo, all’insegna della massima efficienza energetica.

Oltre 25 anni di vita: tutti garantiti.

La vita utile di un impianto fotovoltaico è almeno pari a 25 anni. Considerando separatamente i componenti più rilevanti si verifica che:

- i moduli hanno una durata di vita da 25 a 30 anni, con una diminuzione delle prestazioni energetiche inferiore al 20%. (la garanzia sul mantenimento delle prestazioni arriva a coprire 25 anni;
- gli inverter, apparecchi a elevata tecnologia, hanno una durata nel tempo abbastanza lunga, generalmente inferiore a quella dei moduli, ma il loro costo è contenuto.

Un impianto fotovoltaico è un sistema completamente modulare, e la sostituzione di un qualsiasi componente è generalmente facile e veloce.

Risparmio, affidabilità, ambiente pulito

- Assenza di qualsiasi tipo d’emissione inquinante;
- Risparmio dei combustibili fossili;
- Estrema affidabilità poiché non esistono parti in movimento (vita utile superiore a 25 anni)
- Costi di manutenzione ridotti al minimo;
- Modularità del sistema (per aumentare la taglia basta aumentare il numero dei moduli).
- Risparmi ingenti sulle bollette elettriche
- Minore dipendenza dai gestori di rete e dai costanti aumenti del costo dell’energia

Eletech ti offre molte tipologie e tecnologie d’installazione di solare fotovoltaico:

Tipologie di installazione

Impianto su edificio (tetto a falda)
Impianto su edificio (tetto piano)
Impianto integrato
Impianto a terra
Impianto sulle pensiline/tettoie/pergole
Impianto sulla facciata dell'immobile
Serre fotovoltaiche
Tegole fotovoltaiche

Moduli Fototermici
A film sottile
Moduli Fotovoltaico
Impianti “Stand Alone”
Inseguitori solari

Fototermico

Il pannello fototermico rappresenta una nuova generazione di pannelli fotovoltaici. Questi speciali moduli, oltre a convertire in energia elettrica parte dell’irraggiamento solare che captano, hanno sul retro un collettore di alluminio con lo scopo di captare il calore solare (come i pannelli solari termici) e trasferirlo a un sistema termico a circuito chiuso acqua/glicole. Questa soluzione tecnica si può interfacciare con qualunque impianto termico oggi esistente e offre tre straordinarie opportunità:

- La capacità di produrre acqua calda per le utenze domestiche;
- La possibilità di accoppiamento con pompa di calore per il riscaldamento e i sanitari;
- La capacità di abbassare la temperatura di esercizio delle celle fotovoltaiche e quindi di aumentare la produzione di kWh annui.

Fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico è costituito da un insieme di pannelli formati da moduli, che a loro volta sono composti da celle. Queste consentono di trasformare direttamente le radiazioni solari in energia elettrica, sfruttando il cosiddetto "effetto fotovoltaico", basato sulla proprietà di alcuni conduttori (tra i quali il silicio), di generare energia elettrica quando vengono colpiti da raggi solari. Per aumentare la potenza elettrica è necessario collegare più moduli, un insieme di questi forma un pannello e, analogamente, più pannelli formano una stringa. I moduli fotovoltaici convertono l'energia luminosa in energia elettrica a corrente continua, in "tempo reale", cioè la produzione di energia elettrica è contemporanea alla ricezione dell'energia derivante dal sole. Un impianto fotovoltaico, perciò, necessità di un Inverter, che trasforma la corrente continua proveniente dai moduli in corrente alternata fruibile dalle normali apparecchiature elettriche.

Fotovoltaico a film sottile

Il film sottile solare è uno dei settori in maggiore crescita nel mercato dei pannelli solari. Ciò è dovuto al fatto che il costo di produzione di questi apparati risulta essere molto più contenuto rispetto a quello dei pannelli tradizionali. Il silicio utilizzato per questo tipo di sistemi, infatti, è meno puro e più abbondante in natura. Il film sottile utilizza (al contrario dei pannelli tradizionali) strati di silicio molto sottili e meno puri che riducono in tal modo i costi. Il principale svantaggio di questa tecnologia invece, è la minore efficienza di quelli che utilizzano celle solari tradizionali. Ciò significa che un’area più ampia è necessaria per produrre la stessa quantità di energia solare. In conclusione, il film sottile fotovoltaico ha due principali vantaggi: prezzo contenuto di produzione e vasta gamma di applicazioni.

Impianti “Stand Alone”

Ideale per impianti su camper, baite isolate, impianti di pompaggio acqua, lampioni solari ed altre impianti particolari. Di seguito riportiamo lo schema di funzionamento di tali sistemi:

Schema Impianti Stand-Alone


Componenti e collegati degli impianti fotovoltaici per utenze isolate:

Moduli solari fotovoltaici: esposti al sole generano energia elettrica, sotto forma di corrente a tensione continua. Il loro numero e i relativi collegamenti dipendono dalla dimensione che viene presa in considerazione.

Batterie di accumulo: in esse viene accumulata l’energia proveniente dai moduli fotovoltaici. È necessario utilizzare specifiche batterie per impianti fotovoltaico, differenti dalle normali batterie per autotrazione. Le batterie più adatte sono quelle con la piastra positiva tubolare. La scelta del tipo e della capacità della batteria è molto importante per la durata di vita della batteria stessa che può superare anche i 10 anni.

Centralina solare: regola la carica e la scarica delle batterie, che sono l’elemento più critico del sistema. E’ un po’ il “cervello” dell’impianto, che gestisce l’alimentazione dai moduli (staccando il collegamento coi moduli una volta raggiunto il limite superiore di tensione della batteria) e il consumo delle utenze (staccando le utenze nel caso in cui la tensione delle batterie scenda sotto un certo livello minimo, sotto il quale si andrebbe a danneggiare l’accumulatore).

Inverter: è un dispositivo elettronico che trasforma la tensione e la corrente da continua (come ci arriva dai moduli e come viene accumulata nelle batterie) ad alternata. In tal modo l’utente può avere la normale libertà nell’utilizzo di apparecchi che richiedono la 220 Vca, come è solitamente nelle nostre abitazioni.

Inseguitori solari

Un inseguitore solare è un dispositivo meccanico-automatico atto ad orientare favorevolmente rispetto ai raggi del Sole un pannello fotovoltaico, un pannello solare termico oppure un concentratore solare aumentando la potenza dell'energia solare captata e la resa del dispositivo energetico. Tali sistemi vengono anche definiti “Girasole” per la loro similarità al fiore che fa lo stesso movimento alla ricerca della radiazione solare. L’inseguitore solare più conosciuto è l'eliostato.

Per gli impianti fotovoltaici, nonostante la scadenza dei termini d’applicabilità del V Conto Energia, restano ancora delle fortissime agevolazioni rappresentate dalla DETRAZIONE FISCALE del 50% sul costo totale dell’impianto (comprensivo di IVA) e l’adesione ai regimi di Scambio Sul Posto (SSD) o Ritiro Dedicato (RD).
Per farti un esempio: se il tuo impianto costa 8.000,00€ ti sarà restituito l’importo di 4.000,00€. Con tale sistema sarà come aver pagato il 50% del costo totale dell’impianto.
In più, aderendo ai regimi di SSP o RD, avrai la possibilità di decidere come gestire la tua energia e vendere quella eccedente.
Tali agevolazioni permettono un rientro in tempi molto brevi e spesso inferiori all’incentivo dell’ultimo Conto Energia.
Questa considerazione nasce dall’analisi dell’inflazione e dalla stima dell’aumento dei costi energetici oltre alla diminuzione dei costi dell’impianto stesso.

Clicca Gestore Servizi Energetici per tutte le informazioni dettagliate su SSP e RD.

Un impianto solare termico permette di trasformare direttamente l'energia solare in energia termica senza nessuna emissione inquinante e con il risparmio economico di non utilizzare fonti tradizionali come l’energia elettrica.

La scelta del solare termico si concretizza in un’immediata integrazione all'impianto esistente che consente di ottenere da subito acqua calda sanitaria o, con l’applicazione di altri dispositivi, dar vita a performance di riscaldamento estremamente convenienti.

Il know-how di Eletech e la competenza dei nostri consulenti potranno guidarti nella soluzione più idonea alle tue esigenze.

Un impianto solare termico standard è composto da diversi elementi, ognuno con una funzione specifica. I principali sono il collettore, che serve a captare la radiazione solare e trasformarla in energia termica e il serbatoio per accumulare il calore generato.

Collettore

Il cuore dell’impianto è costituito dal collettore solare (pannello solare) che opera la conversione in calore dell’energia solare che penetra al suo interno. Il pannello solare più utilizzato e diffuso è il collettore solare vetrato piano, caratterizzato dalla presenza di un’intercapedine tra una superficie trasparente e una piastra assorbente. È utilizzato per riscaldare l’acqua a temperature medie di utilizzo comprese tra 45 e 65 °C. Altri tipi di collettori:
- tubi sottovuoto, più efficienti dei collettori piani ma più fragili e costosi;
- a concentrazione (per la produzione di calore ad alta pressione e temperatura 100 250 °C).

Assorbitore

L’elemento principale del collettore è l’assorbitore, ha la funzione di assorbire la radiazione solare incidente e di trasformarla in calore. È costituito da una sottile piastra di metallo (normalmente di rame, si trovano anche in lega rame-alluminio o in acciaio al nickel-cromo) che conduce calore ed è verniciata o trattata con uno strato di materiale selettivo per ottenere un alto grado di assorbimento della radiazione solare e per ridurre le perdite di calore.

Serbatoio

L’altro elemento fondamentale di un impianto solare termico è rappresentato dal serbatoio (isolato termicamente) che ha lo scopo di immagazzinare il calore dei collettori, cedendolo all’acqua per renderlo disponibile nel momento in cui risulta necessario (ad esempio quando si sta facendo la doccia).

Completano l'impianto altri componenti variabili a seconda della tipologia d'installazione: la pompa solare, la centralina solare, il vaso di espansione, le valvole di sicurezza.

Oltre 20 anni di vita.

Normalmente l’impianto solare ha una vita complessiva di almeno 20 anni. Considerando separatamente i componenti più rilevanti si verifica che:
- i collettori vetrati piani, attualmente i più diffusi, hanno una durata di vita superiore a 20 anni e generalmente la garanzia è di 5 anni (in alcuni casi eccezionali arriva fino a 10 o 15 anni.
- i serbatoi hanno normalmente una garanzia di 5 anni.

Per gli altri componenti la durata della garanzia è di 2 anni.

Un impianto può tranquillamente superare la vita “tecnica” citata sopra, se si prevede un programma di manutenzione con interventi periodici ogni due anni per tenere sotto controllo lo stato dell’impianto e le prestazioni.

- Assenza di qualsiasi tipo d'emissione inquinante;
- Risparmio dei combustibili fossili;
- Tecnologia consolidata e affidabile;
- Costi competitivi;
- Costi di manutenzione ridotti al minimo.

Detrazione Fiscale

Chi decide di installare un impianto solare termico può beneficiare della Detrazione Fiscale del 65% sul totale comprensivo di IVA. Se acquisti un impianto al prezzo di 2.000,00€ te ne verranno restituiti 1.100,00€ sotto forma di detrazioni dalle tasse. Tale sistema, a volte consente maggiori rientri economici rispetto al conto termico ma ha tempi di recupero di 10 anni.

Conto Termico

A chi decide di applicare il Conto Termico sarà restituito nell’arco di 2 anni un importo commisurato alla superficie occupata dall’impianto. Tanto maggiore sarà lo spazio occupato dal solare termico tanto più alto sarà l’incentivo ad esso correlato. Se ad esempio si decidesse di installare un impianto solare termico con serbatoio (per l’accumulo dell’acqua) da 150lt della grandezza di 2Mq (adatto ad una famiglia di massimo tre persone), si otterrà un incentivo totale di 680,00 € ottenibili in 2 anni.